Le nuove minacce alla vita umana

Semplice, diretto ed efficace è il monito che San Giovanni Paolo II, nell’Enciclica Evangelium Vitae, intende lanciare non solo alla Chiesa, ma anche all’intera società. Un annuncio che si fa urgente «per l’impressionante moltiplicarsi ed acutizzarsi delle minacce alla vita delle persone e dei popoli, soprattutto quando essa è debole e indifesa» (EV n.3). Queste parole, scritte vent’anni fa, sono ancora terribilmente attuali. La vita umana è minacciata.

Il pericolo proviene da molte fonti, alcune evidenti, altre latenti, ma in continuo movimento. Alcune di queste minacce non sono novità in senso assoluto. Infatti, fin dagli albori dell’umanità l’uomo ha praticato forme di violenza, talvolta, fino a procurare la morte di colui con il quale aveva un conflitto di interessi. Giovanni Paolo II, infatti, parla di minacce “nuove”, avallate da un background socio – culturale che le legittima, le priva dei veri significati mascherandole da grandi conquiste democratiche, grandi progressi dell’umanità, celando la loro vera natura: «nuove forme di attentati alla dignità dell’essere umano» (EV. n4).

Certamente, il motore che alimenta questa macchina distruttiva è l’insieme di più fattori, connessi fra loro, quali l’idea di una libertà assoluta basata sull’individualismo, il suo riconoscimento da parte dello stato, la volontà di far diventare gratuite tali pratiche inumane. Continua il Pontefice, «l’esito al quale si perviene è drammatico: se è quanto mai grave e inquietante il fenomeno dell’eliminazione di tante vite umane nascenti o sulla via del tramonto, non meno grave e inquietante è il fatto che la stessa coscienza, quasi ottenebrata da così vasti condizionamenti, fatica sempre più a percepire la distinzione tra il bene e il male in ciò che tocca lo stesso fondamentale valore della vita umana»(EV n.4).

 libertà di scegliereUna finta libertà: definizione e implicazioni. Definire cosa sia la libertà può sembrare molto difficile, ma alla fine dei conti non lo è poi così tanto. Allora, cos’è la libertà? A parere di chi scrive, è libero colui che può scegliere coscientemente tra due o più alternative. Può sembrare una definizione semplicistica e banale, ma contiene un aspetto che molto spesso oggi tendiamo a dimenticare. Il pensiero unico dominante, che attribuisce alla vita umana importanza in relazione alla sua efficienza oltre che a presunte qualità determinanti, infatti, non ci rende veramente liberi ma solo “liberi apparenti”.

Già nella nozione di “pensiero unico” si trova la negazione della libertà. Ebbene,omologazione- pensiero unico essendo libero solo colui che coscientemente sceglie tra due o più alternative, è giusto che qualcuno ne proponga una rispetto al background socio – culturale di cui parlavamo prima. L’alternativa è molto chiara: è vita degna di essere vissuta, senza giudizi di valore esterni, quella che inizia dal concepimento fino alla morte naturale. Lo afferma la scienza, lo ribadisce con forza la ragione. Secondo alcuni, come un valore aggiunto, lo conferma la fede. Su questa affermazione, per essere precisi “verità”, facciamo prevalere la ragione o l’ideologia?

Giovanni Paolo II precisa che questa libertà, da alcuni, è ritenuta ed esercitata come assoluta. Ma può esistere una libertà assoluta? No, perché essendo l’uomo in relazione con altri uomini, la sua libertà deve darsi dei limiti per garantire l’esercizio di quella degli altri. Inoltre, in capo ad ogni uomo, le società democratiche riconoscono un insieme di libertà inviolabili che per essere esercitate hanno dei limiti intrinseci. Una libertà assoluta, quindi, per definizione non esiste.

Perciò, quella che il Papa giustamente denuncia è frutto di una vera e propria ideologia. Infatti, come ribadisce Wojtyła, «tutto questo provoca un cambiamento profondo nel modo di considerare la vita e le relazioni tra gli uomini» (EV n.4).

Massimo Magliocchetti

©Riproduzione riservata

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...