Washington Dc apre all’eutanasia. Comunità afroamericana: è morte forzata

La dolce morte sarà possibile anche a Washington. La capitale federale degli Stati Uniti dice il suo Sì all’eutanasia. Con undici voti a favore e due contrari è stata approvata una misura che consentirà ai medici di prescrivere farmaci letali ai malati terminali. Si aggiunge così alle altre sei giurisdizioni che consentono tale pratica.

Forti preoccupazioni sono state sollevate dalla comunità afroamericana che ha espresso la sua opposizione alla decisione. Secondo alcuni si tratta di una coercizione per portare il paziente terminale ad una morte forzata.

Dal sindaco democratico Muriel E. Bowser non sono stati apposti veti, anche se ancora non è chiaro se firmerà o meno la legge. Nel caso non lo facesse tra una settimana il provvedimento passerà automaticamente all’approvazione del Congresso.

Con questa legge sarebbe consentito ai malati terminali con meno di sei mesi di vita di richiedere farmaci letali. Dopo aver consultato per due settimane uno specialista i medici americani potrebbero prescrivere il farmaco eutanasico. Secondo le prime informazioni diffusa da Ansa, la nuova disciplina diventa necessaria la presenza di due testimoni. La pratica saprà perfezionata dal paziente stesso: non è infatti previsto una azione diretta del medico, il “farmaco” sarà direttamente ingerito dal paziente senza l’assistenza di un medico o un familiare.

Massimo Magliocchetti
@MagliocchettiM

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...