Sepoltura bambini non nati: si del Veneto

Ha riacceso le polemiche la decisione della Giunta regionale del Veneto di liberalizzare la sepoltura dei bambini non nati indipendentemente dall’età gestazionale. Ne scrivo su NOI Famiglia & Vita, mensile di Avvenire, nel numero di Gennaio.

Titolo originale:
“Prodotto abortivo”
Lʼantilingua da cancellare

Ha riacceso le polemiche la decisione della Giunta regionale del Veneto di liberalizzare la sepoltura dei bambini non nati indipendentemente dall’età gestazionale. Un risultato ottenuto con il voto di una maggioranza trasversale. Contraria la CGIL che ha definito questa decisione «grave oltre che sbagliata». «Un traguardo importante per le mamme desiderose di ricordare il proprio figlio in un luogo fisico», ha commentato Bruna Rigoni, presidente di Federvita Veneto, ringraziando l’assessore Elena Donazzan. Il Veneto si aggiunge ad altre regioni come Lombardia, Marche, Abruzzo e Campania che, con differenze, prevedono la possibilità di ricordare il proprio bambino mai nato in un luogo preciso. Continua a leggere “Sepoltura bambini non nati: si del Veneto”