Biotestamento: tre nodi critici, una proposta

3 febbraio 2018 – Per la 40^ Giornata per la Vita con gli amici del Cav Roma Tiburtino abbiamo ragionato sulle insidie della legge sul Biotestamento. È seguito uno stimolante dibattito.
Ho ribadito che non è una legge sul fine vita, ma sul porre fine alla vita. In alternativa alla morte per fame e sete ho ricordato la meritoria opera degli Hospice. Davanti al rischio di diventare arbitri della dignità altrui ho ribadito che non esistono vite indegne di essere vissute, delle quali siamo però tutti corresponsabili quando sono sofferenti o malate.
Grazie ai presenti per la partecipazione e ai volontari del Cav per la stima.
#siallavita