Eutanasia, Gigli: «La vita per noi è importante fino all’ultimo respiro»

Il mese scorso il Parlamento ha incardinato tra le varie proposte di legge alcuni atti sul tema eutanasia. La politica, l’associazionismo e l’opinione pubblica si sono divisi tra favorevoli e contrari. Due poli opposti, che rispondono a due diverse concezioni del valore della vita, hanno iniziato a confrontarsi. Tra questi una voce è emersa sulle altre: il Deputato di Democrazia Solidale – Centro Democratico e Presidente del Movimento per la Vita, Gian Luigi Gigli, da sempre impegnato sul fronte etico, si sta spendendo per questa ennesima battaglia a difesa della vita. Perché la vita, per noi, è importante fino all’ultimo respiro.

Abbiamo incontrato il Presidente Gigli: Continua a leggere “Eutanasia, Gigli: «La vita per noi è importante fino all’ultimo respiro»”

Cav Talenti: un alleato della donna a difesa della vita

Ognuno di noi nella vita è mosso da ideali che diventano il motore di ogni pensiero, comportamento, azione. Ve n’è uno molto particolare: l’idea che la vita umana vada difesa sempre, dal suo inizio fino al suo termine naturale, senza alcun compromesso, tanto meno al ribasso. Questo è quanto perseguito dai volontari e operatori del Movimento per la Vita che, ogni giorno, si spendono nei Centri di Aiuto alla Vita (CAV).

Sul territorio romano molti sono i Cav che prestano il loro servizio alla vita nascente. In questa edizione del nostro giornale voglio presentarvi il Cav Roma Talenti, centro in cui ho l’onore e il piacere di operare.

Se volessimo spiegare con una metafora il nostro compito è certamente molto espressiva l’idea di un “alleato della mamma in difficoltà”. Continua a leggere “Cav Talenti: un alleato della donna a difesa della vita”

Obiezione di coscienza: diritto fondamentale dell’uomo o disubbidienza civile?

Riflessioni a margine di luoghi comuni del tutto antidemocratici

Codice-Deontologico-medico-300x201

Nel dibattito culturale moderno vi sono tematiche divenute oramai veri e propri campi minati sui quali sono strategicamente nascoste posizioni equivoche. Al momento del confronto emergono per svuotare del loro significato parole che innescano una confusione, volutamente pianificata, al fine di disorientare l’opinione pubblica. Tra queste troviamo l’idea secondo la quale l’obiezione di coscienza sia mera disubbidienza civile, del tutto priva del connotato giuridico di diritto fondamentale dell’uomo. Continua a leggere “Obiezione di coscienza: diritto fondamentale dell’uomo o disubbidienza civile?”