Belgio, lo strano caso del prof anti-abortista e il «fuoco amico»

Sguaineremo spade per dire che d’estate le foglie sono verdi, scriveva Chesterton agli inizi del novecento. Dopo un secolo la storia di ripete. Questa volta in Belgio, all’Università Cattolica di Lovanio (UCL), dove un professore di filosofia è stato licenziato dall’Ateneo per i contenuti delle sue lezioni. Il docente, durante uno degli incontri con i suoi studenti, ha definito l’aborto «un omicidio di una persona innocente».

Protagonista di questa storia è un giovane professore di filosofia, Stéphane Mercier, autore di un pamphlet dal titolo “La filosofia per la vita”, in cui affronta «da un punto di vista filosofico e non teologico» il problema dell’interruzione di gravidanza. «Nelle mie lezioni – ha spiegato il docente in una esclusiva testimonianza all’Agenzia Vitanews – alternavo lezioni di storia delle idee a presentazioni filosofiche su argomenti di attualità». Un modo per stimolare gli studenti e «spingerli a riflettere in modo serio tra di loro», i quali «non devono necessariamente essere d’accordo con me» ma «devono solamente accettare di riflettere». «Dal punto di vista filosofico – precisa Mercier – ho l’impressione che il diritto alla vita sia indiscutibile». Se anche solo per un brevissimo momento ammettessimo che non sia così, è del tutto legittimo porsi la domanda sul contrario, tanto più in un corso di filosofia, soprattutto in una Università cattolica.

Continua a leggere “Belgio, lo strano caso del prof anti-abortista e il «fuoco amico»”

Le nuove minacce alla vita umana

Semplice, diretto ed efficace è il monito che San Giovanni Paolo II, nell’Enciclica Evangelium Vitae, intende lanciare non solo alla Chiesa, ma anche all’intera società. Un annuncio che si fa urgente «per l’impressionante moltiplicarsi ed acutizzarsi delle minacce alla vita delle persone e dei popoli, soprattutto quando essa è debole e indifesa» (EV n.3). Queste parole, scritte vent’anni fa, sono ancora terribilmente attuali. La vita umana è minacciata. Continua a leggere “Le nuove minacce alla vita umana”

La ragione conferma la sacralità della vita

Vita - feto

Il secondo paragrafo dell’Evangelium Vitae[1] ha come tema di fondo il valore incomparabile della vita umana. Le parole di Papa Wojtyła, anche in questo caso, hanno un significato ed un peso specifico. Infatti, può essere definito incomparabile ciò che per sua natura non ammette paragoni e, proprio in virtù della sua «grandezza e preziosità[2]», si presenta come «unico[3]». Quanto scritto in questo breve ma intenso paragrafo può sembrare il risultato di speculazioni filosofiche tipicamente ed esclusivamente attinenti alla filosofia cattolica, oltre che alla teologia cristiana. E invece no. Solo con l’uso della ragione, senza arricchire la nostra riflessione con la religione, arriveremo a definire sacra e inviolabile la vita umana. Continua a leggere “La ragione conferma la sacralità della vita”