Massimo Magliocchetti

Stop della Cassazione all’utero in affitto: reato anche se gratis

L’utero in affitto, anche se è gratis, rimane un reato in Italia. Lo ha stabilito la sesta sezione penale della Corte di cassazione, con la sentenza n. 2173, depositata il 17 gennaio 2019 (consigliere relatore Amoroso), con cui ha condannato anche la madre naturale per il reato di affidamento a terzi di un minore, in violazione dell’articolo 71, comma 1, legge 184/1983, anche se non ha ricevuto alcun compenso.

Montecitorio, convegno contro utero in affitto: la Boldrini rifiuta patrocinio perché “di parte”

Si è svolto oggi presso la Sala della Regina di Montecitorio il convegno a carattere internazionale dal titolo “Maternità al bivio: dalla libera scelta alla surrogata”, organizzato dal famoso comitato femminista “Se non ora quando – Libere”. Il convegno non è passato inosservato anche per una dichiarazione della Presidente della Camera, Laura Boldrini, che nelle ultime ore sta facendo molto discutere.

Utero in affitto, agenzia Usa bloccata in Italia

Un lussuoso albergo al centro di Roma, cinque coppie eterosessuali e un incalzante agente promotore per la maternità surrogata: è questo il quadro che emerge da una interessante – per quanto drammatica – inchiesta del Corriere della Sera che racconta l’operato ai limiti della legalità di una agenzia americana, la Extraordinary Conceptions.

Utero in affitto, Gigli: «urgente legge per fermare mercato delle donne»

«La sentenza odierna della Cassazione rende ancor più urgente un intervento legislativo per perseguire il reato di surrogazione della maternità commesso da cittadino italiano all’estero, anche se la pratica è legale nel Paese estero». È quanto dichiarato in una nota stampa Gian Luigi Gigli, deputato e presidente del Movimento per la Vita italiano, riguardo l’assoluzione definitiva di una coppia napoletana che aveva posto in essere la pratica dell’utero in affitto per avere un bambino in Ucraina.

Utero in affitto, la schiavitù del terzo milennio

Quella dell’utero in affitto è la nuova schiavitù del terzo millennio. Una pratica che rende la donna un mezzo e un macchina riproduttiva volta a soddisfare i capricci di una coppia o di singoli soggetti che millantano un diritto alla paternità e alla maternità. Un business mondiale che si serve di donne di zone arretrate del mondo, spesso giovanissime, attirate in veri e propri racket riproduttivi che onorano stravaganti egoismi occidentali.